La sede istituzionale e di rappresentanza dell'Accademia è nel Castello di Pamparato. Risalente al XVIII secolo era la dimora dei marchesi Cordero di Pamparato. Oggi alcune parti sono adibite a sede municipale, ma il castello presenta numerosi e affascinanti locali adatti all'attività didattica ed espositiva. Inoltre il salone del Castello, dotato di una collezione di strumenti antichi, è l'ambiente ideale per concerti, conferenze e mostre. 

Nel comune sono presenti, per le attività musicali di più ampio respiro, l' Oratorio di Sant'Antonio (edificio in stile barocco piemontese, opera dell'architetto Francesco Gallo, che risale ai primi anni del XVIII secolo) che attualmente svolge funzioni di auditorium e sala concerti, e la spettacolare chiesa parrocchiale di San Biagio.

Il paese di Pamparato è un'apprezzata località turistica, soprattutto nel periodo estivo (numerose le possibilità di passeggiate ed escursioni) e da qualche anno anche in quello invernale grazie alla presenza di alcune località sciistiche dislocate nelle vicinanze, quali Garessio 2000, Viola Saint Grée, San Giacomo di Roburent, e alle attrezzature invernali che la stessa Pamparato si è data o di cui fruisce, come la funivia che partendo nei pressi della frazione Serra in poco tempo raggiunge la cima del monte Alpet (metri 1611) da cui si gode uno splendido panorama sulle Alpi circostanti.

L'accoglienza è di alto livello: sono presenti diversi ristoranti e alberghi, oltre a numerosi B&B sia nel centro abitato che nelle frazion i circostanti.

Pamparato è largamente noto per il "Festival dei Saraceni", stagione estiva di musica antica organizzata per la prima volta nel 1968, che ha acquisito rilevanza culturale a livello sovranazionale soprattutto grazie alla presenza dell'Istituto
Comunale di Musica Antica "Stanislao Cordero di Pamparato", fondatovi nel 1969.

Le "Settimane di Musica Antica" da oltre cinquant'anni richiamano appassionati e specialisti da ogni parte del mondo. Sono organizzate dall' Accademia Montis Regalis di Mondovì.

Il Castello di Pamparato, sede dell'Accademia di Arpa Celtica.